©2019 di strategieperilweb

  • Andrea Medardi

Posizionamento web

Aggiornato il: 16 set 2019

Quanto tempo ci vuole per posizionare il mio sito su Google? La risposta è... "dipende".

Mi rendo conto di poter essere smentito istantaneamente, ormai il web e i social media sono inondati di guru che che in 9"98 netti, meglio di Filippo Tortu, primatista italiano dei 100 metri, netti affermano di portarti in prima pagina. Incredibile vero? Esatto, infatti non è credibile. Anche perché se per aprire una propria attività online di successo fossero sufficienti 4.000 euro o meno di investimento e 5 mesi di lavoro, allora tutti lo farebbero. Invece no, è tanto più complicato e, soprattutto, non ci sono formule magiche buone per chiunque. Questo bell’articolo di "Ahrefs" (sito autorevolissimo) prova a rispondere con i fatti a quella fatidica domanda.



top 10 google ranking


Top ten Google!


Le caratteristiche delle pagine che raggiungono la top 10 su Google:

  • La prima posizione su Google viene raggiunta, in media, da pagine pubblicate da almeno 3 anni.

  • Pagine create da meno di un anno presenti nella top 10 dei risultati di Google: ci sono, ma con una percentuale variabile tra l’1 e il 5% e, ovviamente, queste sono pagine posizionate su keyword di nicchia, visto che…

  • …che solo lo 0,3% delle pagine posizionatesi entro un anno dalla pubblicazione hanno trovato visibilità su chiavi di ricerca ad alto volume (quindi più combattute).



Dubbi


Quindi è tutto inutile?


Far crescere il proprio sito web: L’anzianità della pagina non è evidentemente l’unico criterio. Il sito deve essere performante lungo i diversi aspetti ritenuti importanti da Google, che sono numerosissimi e richiedono tanto tempo e competenze specifiche. Quindi, vuoi avere traffico da motori di ricerca? Vuoi una pioggia di clienti? Ok, allora devi avere:

  • Pazienza, tanta.

  • Applicazione, ancora di più.

  • Voglia di studiare.

  • Devi essere pronto a investire – che significa usare tempo e soldi, misurare i ritorni degli investimenti e riordinare conseguentemente le idee per la fase successiva, in cui ci sarà un adattamento della strategia digitale e una nuova definizione del budget (l’idea di riconfermare a priori un budget o fare di tutto per ridurre l’investimento – considerandolo un mero costo – è perdente in partenza).

1 visualizzazione